Fattori di Rischio Suicidario nei Disturbi di Personalità

di Valentina Di Mauro
curato da Elena Bilotta

L’identificazione delle caratteristiche diagnostiche e di personalità che aumentano il rischio di esiti correlati al suicidio è un traguardo importante da raggiungere sia per la ricerca che per la clinica. Tuttavia, la maggior parte degli studi fino ad ora si è concentrata sui alcuni criteri dei Disturbi di Personalità (PD) e sul loro rischio di esiti correlati al suicidio, occupandosi raramente di modelli di PD esaminati in modo longitudinale e naturalistico. Allo scopo di colmare questo limite, un recente studio (Ansell et al., 2015), ha esaminato 431 partecipanti che sono stati seguiti per 10 anni. I disturbi di personalità sono spesso diagnosticati in pazienti che presentano alto rischio di suicidio, suggerendo che la patologia della personalità può riflettere importanti differenze individuali nel predire tali tentativi. Capire quale PD può aumentare il rischio per un numero crescente di tentativi di suicidio è una strada importante perché ha implicazioni per la pianificazione del trattamento e la valutazione del rischio futuro. La ricerca sui tentativi di suicidio e PD si è concentrata principalmente sul disturbo borderline di personalità (DBP) e  su altri PD del Cluster B (antisociale, istrionico, narcisistico), scoprendo che  i tratti del Cluster B, mediati dalla predisposizione familiare a tentativi di suicidio e dalla gravità dei sintomi, sono indicatori di un rischio maggiore. Tali risultati sostengono un collegamento tra tratto impulsivo/aggressivo e  suicidio. L’aggressività impulsiva, la tendenza a impegnarsi in un comportamento interpersonale aggressivo o ostile si associano spesso al PD Antisociale (ASPD), che èè fortemente associato a tentativi di suicidio, in particolare tra individui di sesso femminile. Il ASPD è stato inoltre individuato come fattore di rischio per il drop out nella DBT (Dialectical Behavior Therapy), un trattamento focalizzato alla riduzione comportamenti autolesivi. Il modello di relazione ostile e di aggressività impulsiva si adatta bene anche ai modelli interpersonali problematici caratteristici del PD narcisistico (NPD. A supporto di questa tesi, Pincus et al. (2009) trovarono tratti narcisistici della personalità disadattivi associati con tentativi di suicidio in un campione clinico di piccole dimensioni. Analogamente, uno studio geriatrico ha riportato una maggiore approvazione di ideazione suicidaria tra i pazienti con NPD. Tuttavia, altre ricerche suggeriscono associazioni di NPD con i tentativi meno impulsivi, ma più letali.

È importante sottolineare che, prima dello studio di Ansell et al., (2015) solo pochi studi avevano esaminato tutti i PD in modelli multivariati. Pertanto, non era chiaro in che misura cluster singoli potessero contribuire a predire il rischio di suicidio al di là della variabilità associata con il disturbo Borderline di personalità (BPD).I risultati dimostrano che la gravità di BPD e NPD è predittiva dei tentativi di suicidio nel corso di 10 anni.

Quando sono state valutate in maniera indipendente, le diverse dimensioni di PD risultate come fattori di rischio sono: paranoico, antisociale, borderline, istrionico e dipendente. Inoltre, il livello di gravità di rischio del BPD ha replicato i risultati precedenti: ovvero, la presenza di questo PD è un fattore di rischio significativo per il tentativo di suicidio, dovuto soprattutto a disregolazione emotiva e impulsività.I fattori di rischio associati ai tentativi di suicidio nel BPD sono una moltitudine complessa e interconnessa, tra cui la depressione, uso di sostanze, traumi, e instabilità affettiva, ma il più forte predittore dei ripetuti tentativi di suicidio non è la diagnosi/tratti di BPD, bensì la presenza di codiagnosi di NPD.

Alla luce di questi risultati, è importante che la pratica clinica includa la valutazione e la considerazione della presenza di Narcisismo patologico al momento di stabilire il rischio di suicidio, in particolare nel contesto di una storia di tentativi.

Per approfondimenti

Ansell EB, Wright AG, Markowitz JC, Sanislow CA, Hopwood CJ, Zanarini MC, Yen S, Pinto A, McGlashan TH, Grilo CM. (2015). Personality disorder risk factors for suicide attempts over 10 years of follow-up. Personal Disord. 2015 Apr;6(2):161-7. doi: 10.1037/per0000089.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.