Quale è il destino professionale degli specializzati nelle scuole APC e SPC? Aiutaci a scoprirlo

di Claudia Perdighe

Qualche anno fa, con un gruppo di specializzandi di Verona, abbiamo fatto una piccola ricerca che aveva lo scopo di indagare il destino professionale (livello di impiego, livello di soddisfazione professionale ecc.) dei terapeuti specializzati presso i nostri corsi APC e SPC. Il lavoro era, e forse è, rimasto piuttosto unico nel suo genere e, benché coinvolgesse un numero limitato di sedi e un campione piccolo, ci diede risultati molto interessanti e incoraggianti per i terapeuti in formazione.

Il dato che emergeva in modo chiaro è che la formazione in psicoterapia (APC e SPC) aveva un impatto molto positivo nella possibilità di impiego o sulla qualità del lavoro già svolto: la quasi totalità dei soggetti intervistati affermava di aver trovato un impiego come psicologo/psicoterapeuta solo dopo aver conseguito la specializzazione, di aver potenziato le competenze professionali percepite e di avere un buon livello di senso di autoefficacia in ambito lavorativo. Quest’ultimo aspetto è interessante, soprattutto se si considera che l’attività clinica si associa spesso ad alti livelli di frustrazione, che possono essere la causa del burn-out del terapeuta. La percezione di un’elevata autoefficacia e di una corrispondente soddisfazione lavorativa può, al contrario, tutelare lo psicoterapeuta da questo rischio, soprattutto quando si lavora nel privato. (I risultati completi del lavoro possono essere letti su: http://wp.me/PuWNl-Z). Abbiamo deciso di fare un aggiornamento di questo lavoro ed estenderlo a tutti gli specializzati dal 2007 al 2014 al fine di avere una rappresentazione più completa e attuale della situazione professione di chi si forma in psicoterapia. A tal fine chiediamo chiunque sia specializzato nei corsi APC e SPC e desidera dare il suo contributo allo studio, di compilarlo direttamente on-line attraverso il seguente link:

Inizia il questionario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.