L’importanza delle favole

di Giulia Panarelli

L’ascolto delle favole dona sicurezza ai bambini, li aiuta nello sviluppo delle capacità emotive e cognitive e nella crescita della fiducia in se stessi

Molti genitori non hanno un “rito della buonanotte” con i propri figli e non leggono loro una favola prima di dormire.
Perché è importante questo momento nella vita del bambino e in cosa consiste?
Si spengono o abbassano le luci della casa, il tono della voce diventa calmo, si indossa il pigiama. Tutto diventa più lento e rilassato. Si sceglie il libro delle favole e si va nel lettino o tra le braccia di un genitore, oppure di un nonno o di un’altra figura di riferimento. Questo tempo impiegato nella lettura e nell’ascolto delle favole è un tempo fatto di affetto, di tenerezza, di presenza e assume una carica emotiva molto forte. È uno spazio che può essere riempito di domande, spiegazioni, riflessioni e fantasie. Leggere una favola insieme a un adulto significa, quindi, “stare insieme” e questo dona sicurezza ai bambini, li aiuta nello sviluppo delle capacità emotive e cognitive e nella crescita della fiducia in se stessi.
Attraverso la favola si dà la possibilità non solo di sognare, ma anche di scoprire la propria personalità. Diversi studi dimostrano che le favole sono importanti per lo sviluppo psicologico ed emotivo del bambino: quando i bambini le ascoltano, entrano in un mondo magico che li cattura e li assorbe totalmente. Vestono gli abiti dei protagonisti e agiscono come loro, riconoscendosi o rispecchiandosi in essi.
Le favole si occupano delle difficoltà che affliggono i bambini, senza sminuirle. Spiegano loro che la vita è un percorso a ostacoli che bisogna affrontare con coraggio e intelligenza. I personaggi rappresentati aiutano a distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, cosa che invece nella realtà risulta difficile identificare o spiegare. Le vicende narrate illustrano che è inevitabile il rischio di incontrare figure “cattive” e consentono di conoscere o entrare in contatto con alcune nostre componenti “oscure”. L’uso delle metafore aiuta i bambini a scoprire i diversi modi di interpretare le situazioni e a migliorare la loro capacità di risolverle. Inoltre, le favole insegnano i valori e guidano i bambini nella scoperta del proprio mondo emotivo. Durante la lettura, infatti, entrano in contatto con le proprie emozioni, imparano a riconoscerle, a dare loro un nome e, quindi, a esprimerle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.